La rivoluzione sociale
23 giu 21 279

Corre l'anno...l'Italia ha venduto il Colosseo alla Francia, si esce con la maschera antigas, ognuno è chiuso nella propria stanza e per

entrare in chiesa ci vuole il pass ma c'era chi aveva voglia, c'era chi stava insieme, c'era chi amava ancora...era difficile ma possibile!

Cantava così una canzone degli Articolo 31 nel 1996, n'è passato di tempo e a pensarci bene...

Sono quasi due anni ormai che viviamo, come in tutto il mondo, l'esperienza del covid e ci stiamo riavvicinando alla "normalità".

Bhè si potremo togliere le mascherine, andare al ristorante, non fare la coda al supermercato per entrare, non usare i guanti, il gel

ma non è solo questo il ritorno alla normalità.

Ritornare alla normalità ci porta anche a riconsiderare i soliti vecchi problemi della Cannabis ma non ci si è fermati lasciando che un

Covid o il covid-19 o il coronavirus sopprimesse la nostra vita!  

Sul fronte legalizzazione Cannabis siamo in grave ritardo dal punto di vista dell'iter burocratico mentre in molti altri paesi continuano a legalizzare.

L'azione politica proibizionista della Lega alla cannabis light ha destato scompiglio ma la Cannabis Sativa l. c'è ! 

La rivoluzione industriale parte dal 1760 e nell' 800 l' Italia era tra i primi produttori mondiali di Canapa;

valorizziamo il rinnovamento, rispettiamo le direttive comuni e sosteniamo politicamente i fronti che vogliono legalizzare la Cannabis. 

GanjaLegal  

 

Leave the Comment